Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 gennaio 2012 6 14 /01 /gennaio /2012 13:08

Eccoci finalmente alla terza puntata, in cui scopriremo forse dov'è realmente l'antica via delle Gallie in Val di Susa… 

Nei libri e articoli che ho consultato, grazie all'amica Elena (cfr. Una giornata particolare (part II) che – va detto – è andata in biblioteca a Caprie e gentilmente me li ha allungati (in particolare, l'ottimo Chiavrie: storia di un comune e di tre comunita, Caprie, Celle e Novaretto, Edizioni del Graffio, di Giorgio Jannon, che abbiamo poi conosciuto personalmente, e di cui ancora parleremo…) stupito e al settimo cielo ho scoperto che l'antica via romana delle Gallie, secondo gli storici locali, transitava per Torre del Colle e risaliva la Valle di susa, a mezza costa, tra Novaretto-Caprie in basso e Celle in alto (Torre del Colle che precedentemente sembra si chiamasse se non ricordo male Tor d'Ocel, toponimo che chiaramente rimanda alla nostra Ocelum [bassa] – che "guarda caso" è proprio lì dietro…). ;-)

Ebbene, proprio in queste zone avevo ritrovato testimonianze di un importante passato (mura, cocci di tegole romane in grandissima quantità, e quant'altro). Ma la cosa che mi ha messo veramente le ali ai piedi è stato ritrovare, con la buona Elena, la Via stessa: quella che ancora oggi – confusa, secondo il mio modesto parere, per una semplice mulattiera di montagna – è percorribile per diverse centinaia di metri. E accanto, strane strutture "a fungo", e colonne, forse testimonianza di un lontano passato: secondo me, quello che resta di antiche ville romane lungo la via.

Ecco dunque le foto, che parlano da sole credo.

 

Foto di quella che io chiamo "la Via delle Gallie" (ho vissuto a Roma tre anni, e girato il Lazio in lungo e in largo, e vi posso garantire che il "sapore", "l'atmosfera" che promana dalle antiche vie romane (ed etrusche) è assai simile a questa:

100_0729.JPG

100_0722.JPG

100_0719.JPG100_0725.JPG

 

 

 

Le strane strutture "fungiformi" e le colonne, testimonianza di un antico stile costruttivo ormai (quasi) perduto: secondo me, quello che resta di Ville romane del I-III secolo d.C., costruite sulla precedente Ocelum gallica, ormai romanizzata appunto.

 

100_0703.JPG100_0707.JPG100_0708.JPG

 

100_0709.JPG100_0717.JPG100_0718.JPG

 

 

 

 

 

 

 

Queste "colonne", assai simili, sono invece completamente "inglobate" dalle abitazioni di epoca storica dei "nostri nonni" (ormai abbandonate da oltre 50 anni). In tutto e per tutto, sono simili alle "colonne di Rama", cfr.  Una giornata particolare (part II) poco lontane (circa 500 metri, a Valle).

 

100_0713.JPG100_0715.JPG

 

 

 

 

 

 

Ed ecco infine altre immagini della Via delle Gallie che trovo assai suggestive: è una lunga strada in piano, larga oltre due metri (dunque assai più di un semplice, stretto, sentierino acciottolato, "mulattirera", di montagna). Si trova a mezza costa sulla Val di susa, e da qui si gode indubbiamente di una vista e di un panorama bellissimi e "strategici". (N.B. Il tipo di pavimentazione, oggi semisepolta dalla vegetazione, è ancora un perfetto, antico ciottolato – che vediamo nel suo splendore nelle prime immagini di questo articolo, quando il tratto della Via, in discesa, non ha permesso la sedimentazione ("lavata via" dalle piogge alpine).

 

100_0705.JPG100_0706.JPG

Condividi post

Repost 0
Published by ocelum-rama - in Diario
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di ocelum-rama
  • Blog di ocelum-rama
  • : sulle tracce delle misteriose civiltà di Rama e di Ocelum in Val di Susa. Ritrovamenti e rivelazioni.
  • Contatti

Link