Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 marzo 2012 1 05 /03 /marzo /2012 19:53

Introduzione

Stanotte (insonne) apro il sito di Repubblica e trovo una fotografia che mi tocca davvero tanto…

Schermata 2012-03-05 a 19.58.12

... e in me si è chiuso un anello durato un lustro.

Scrivevo in un precedente articolo Una chiave di lettura esoterica alla TAV del mio vivere la questione NO TAV da Valsusino trasferitosi a Roma, proprio negli anni – a partire dal 2006, se non ricordo male – in cui la protesta diventò più aspra, e mediatica.

Da lontano, vista al telegiornale, mi sembrava una cosa che avesse in seno il seme della violenza.

Ben altra testimonianza mi fecero invece i miei, e molti miei amici, che a quella grossa manifestazione, sopra Giaglione, in alta val di Susa, parteciparono commossi.

"Dovevi esserci" mi diceva mia madre. "Un'esperienza umana molto bella. Ci si scambiava i panini; poi, quando la polizia ha caricato in quella stradina, tutti ad arrampicarsi su per i muri, e a darsi una mano a salire".

Un'esperienza umana molto bella, dunque.

 

Mi ha colpito davvero tanto il fatto che i "miei" tifosi della Roma, durante l'importante Derby di ieri, abbiano esposto quello striscione di solidarietà con lo sventurato Luca, prima fulminato e dunque precipitato dal traliccio.

Davvero triste è stato leggere sui giornali e ascoltare commenti televisivi, il giorno dopo, del tipo"Beh, se l'è cercata". Oppure come addirittura titolava il Giornale…

Schermata-2012-03-05-a-20.05.28.png

Breve "polemica"

Beh, io mi dico: sicuramente questa persona non è stata molto "attenta", e "spinta dagli eventi" e dalla generale concitazione si è cacciata in un bel guaio. Ma come diavolo si permettono questi qui del Giornale di scrivere in prima pagina un titolo del genere!? Stan fuori!?

Dicono in molti che il movimento NO TAV sta prendendo una deriva violenta; che ci sono molti, troppi scalmanati all'interno; che prima o poi ci scappa il mosrto per davvero!

Ma benedetti giornalisti, se scrivete un articolo del genere siete voi che state manifestamente provocando, che inducete reazioni violente. Questo è chiaro.

E allora mi chiedo: qual è il vostro intento? il vostro fine?

L'amore per la Verità? per la corretta informazione?

Ma non fateci ridere.

State solo provocando.

Per non parlare della "pochezza umana", per usare un eufemismo, di queste persone, che deridono un ragazzo che in questi giorni ha lottato "tra la vita e la morte", come si dice – ma che fortunatamente, sento porprio adesso al tg3, s'è risvegliato e respira autonomamente!! Bene! "Daje Luca No Tav"!!

 

Cari giornalisti e sapientoni che sulla NO TAV spendete milioni di paroloni saggi e autorevoli, senza peraltro esser mai stati in Val di Susa. Sappiate che – a mio modesto parere, o meglio "sentire", s'intende!; un parere che conta ZERO e sarà senz'altro pieno di qualunquismo, populismo, superficialità e quant'altro – si stanno rivelando assai più sagge, sapienti e di buon senso le persone "comuni" che dal basso sono accomunate da un solo sentire: una grande insoddisfazione della classe politica. Sono stufi. E se i cosiddetti "politici" (che di interesse reale, impersonale, "disinteressato", per le sorti del benessere della Polis, in quest'epoca decadente, hanno ben poco – ed è sotto gli occhi di tutti) non si accorgono dello straordinario fenomeno in atto, dimostrano ancora una volta la loro arroganza e miopia.

 

Cari politici: sono asssai più "politici" i tifosi della Roma che manifestano la loro vicinanza, spontanea, istintiva, di Cuore, allo sventurato Luca; che non è un cretinetti, o un pirla qualsiasi; ma una persona che si è spinta – vista la deriva violenta che la faccenda sta prendendo – a compiere un gesto estremo e assai pericoloso, e infatti c'è rimasto quasi secco.

 

 

Cuore dell'articolo

Cambio "apparentemente" argomento.

Nel precedente articolo La linea sacra di San Michele: nuove scoperte… parlavo della linea sacra di San Michele.

Vi invito, nuovamente, a leggere l'articolo dell'amico Fausto (che abita a Orvieto, non in Valle!) su una chiave di lettura spirituale del movimento NO TAV (e scriveva di questi temi già nel lontano 2005!!). Alziamo dunque lo sguardo, e le vibrazioni.

smichele.jpg

link

Ebbene, l'energia Micheliana che scorre in Val di Susa (irradiata dal centro magico per eccellenza della Sacra, strettamente connessa alla "mia" Celle…) non sta certo a guardare, non "porge l'altra guancia". Michele come sappiamo impugna saldamente una spada, e con essa va a sconfiggere il demonio, il Drago (in questo caso, del "Falso progresso", potremmo dire con un bel po' di retorica). È l'archetipo del guerriero spirituale, o "di Luce", se vogliamo.

È connesso all'elemento Fuoco, al dinamismo, alla direzione del Sud, al Cuore.

E nella lontana Curva Sud, appunto, si è manifestato, gettando un ponte di Luce da ROMA, che amo – e che come ben sappiamo ha in AMOR (Roma al contrario) il nome sacro, segreto, "esoterico"  – alla Val di Susa, che tutti noi amiamo.

Che la Forza della Luce illumini tutte le coscienze coinvolte – non solo degli "scalmanati NO TAV", ma soprattutto dei simpatici giornalisti provocatori e dei molti "politici" che hanno capito ben poco del movimento (e del momento) in atto.

 

sacra-neve-2.jpg

 

 

Conclusioni

Chiudo come ho iniziato parlando apparentemente di calcio…

Quando vivevo a Roma andai all'Olimpico per la penultima, mi sembra, giornata di campionato. Allora il Toro – la mia vera squadra del cuore – navigava in pessime acque, rischiava seriamente di scendere in B (cosa che puntualmente fece l'anno successivo, e lì ancora versa... ma per poco speriamo!). Lo stadio era abbastanza pieno, nonostante la Roma non avesse più nulla da chiedere al campionato. La cosa che mi impressionò, e mi fece venire la pelle d'oca, fu l'improvviso erompere, dagli altoparlanti a tutto volume dello stadio, e dal pubblico tutto a gran voce, dell'inno della Roma, di Antonello Venditti (un altro romano doc dal core grande).

Le squadre si erano appena disposte in campo, la palla al centro…

Fu un'emozione inaspettata: improvvisa, grandiosa, e bellissima. 

 

(Per la cronaca, grazie al Buon cuore romano la squadra di casa disputò la partita più "molle" del campionato; Totti non sembrava lui, sbagliava passaggi a tre metri!... Insomma, per farla breve ci fecero vincere, e salvare dal "baratro" – come si suol dire – della serie B (per quell'anno).

Grazie Roma!

 

link

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Blog di ocelum-rama
  • Blog di ocelum-rama
  • : sulle tracce delle misteriose civiltà di Rama e di Ocelum in Val di Susa. Ritrovamenti e rivelazioni.
  • Contatti

Link